Infortuni e caso morte, la K form

DEFINIZIONE:

L’infortunio è un evento esterno il cui manifestarsi è repentino e comporta una lesione corporale, funzionale permanente e/o temporanea.

DIFFERENZA DELLA MALATTIA:

Il danno da malattia, alterazione dello stato di salute, nasce all’interno del corpo (endogeno), il danno da infortunio sorge all’esterno del corpo (esogeno).

TIPOLOGIE DI PRODOTTI:

Il contratto tradizionale esplica la sua funzione risarcitoria per il tramite di tabelle (INAIL), che valutano ogni singolo evento mediante un punteggio prestabilito, espresso in centesimi, indipendentemente dalla propria professione.

Le partite assicurabili sono:

  1. Morte a seguito di infortunio
  2. Invalidità Permanente
  3. Inabilità Temporanea
  4. Rimborso spese mediche
  5. Diaria ricovero – degenza – gesso

Breve spiegazione delle partite:

  1. sarà liquidato il capitale previsto in polizza a seguito di decesso causato da infortunio, per es. incidente stradale
  2. è il danno che permarrà anche successivamente alla guarigione medica, per es. frattura, perdita di un arto, ecc., liquidato in base alle tabelle sopra citate.
    A mero titolo di esempio si darà luogo alla liquidazione del danno (perdita del pollice corrispondente a 18 punti, il danneggiato riceverà quindi il 18% della somma assicurata alla partita I.P.)
  3. è una diaria che si percepisce a seguito di infortunio in quanto per un periodo non si può attendere allo svolgimento delle proprie attività.
    Questa sarà liquidata in base al recupero funzionale del danneggiato.
  4. è l’indennizzo che si ottiene per le spese mediche sostenute a seguito di infortunio, per es. le spese   fisioterapiche successive ad una frattura.
  5. il sistema è pari a quanto esposto al punto 3, solo che queste vengono liquidate per ricovero in struttura ospedaliera, degenza presso la propria abitazione o per immobilizzazione di un arto.
    Utenti potenziali: qualsiasi categoria professionale.

 

TIPOLOGIE DI PRODOTTI –  GLI INNOVATIVI

E’ il caso della polizza denominata K FORM che stravolge completamente gli schemi sopra esposti, derogando le tabelle precedentemente citate e le partite assicurabili.

Sono infatti assicurabili solo:

  1. Morte
  2. Invalidità permanente

Quest’ultima non viene liquidata in base alle tabelle sopra menzionate ma a degli eventi ben specifici, ad esempio la perdita di uno o più arti, del visus ma soprattutto la perdita della capacità lavorativa.

Utenti potenziali: professionisti ed artigiani.

TRATTAMENTO FISCALE

In base alla attuale normativa la polizza è fisicamente detraibile nella misura del 19% per le persone fisiche e del 100% per le aziende a condizione che il beneficiario sia l’azienda stessa.

UN PRODOTTO TRADIZIONALE

Il prodotto tradizionale si confà a chi può avere interesse al risarcimento anche del micro danno, per es. fratture, o perdita di un dito, ecc., mi garantisce comunque un risarcimento idoneo.
E’ un marchio riconosciuto internazionalmente.
Il prodotto peraltro prevede una doppia tabella per i destrorsi e per i mancini (cd. tab. francese).

UN PRODOTTO INNOVATIVO

E’ particolarmente interessante per chi ha interesse a tutelare la propria capacità lavorativa ed il proprio tenore di vita anche a seguito di un micro danno che vada però a ledere la sua capacità lavorativa: a mero titolo di esempio, il chirurgo che perda l’opponibile non potrà più operare, e quindi un danno valutabile fra i 18 e 28 punti con prodotto tradizionale sarà risarcito dalla K form nella forma del 100%.